La trascrizione degli atti è un mezzo con il quale si dà pubblicità agli atti inerenti lo stato dei beni immobili e mobili. Il primo che trascrive l’atto di norma viene considerato colui che ha la proprietà del bene, quando per esempio il proprietario di un immobile lo ceda a più acquirenti.

Per il codice civile parla l’articolo 2643 che individua esplicitamente tutti quegli atti che devono essere trascritti:

  1. i contratti che trasferiscono la proprietà
  2. quelli che costituiscono, trasferiscono oppure modificano il diritto di usufrutto su beni immobili, nonché altri diritti reali (superficie)
  3. i contratti che costituiscono, trasferiscono o codificano i diritti edificatori
  4. i contratti che costituiscono la comunione dei diritti nei casi sopra riportati
  5. quelli che istituiscono le servitù prediali
  6. gli atti tra vivi di rinuncia ai beni
  7. esecuzione forzata e altri diritti reali
  8. contratti di locazione di beni immobili ultranovennale
  9. contratti di società e associazione

(per completezza si veda l’art. 2643 c.c.)

La trascrizione dell’atto non riguarda solo i beni immobili ma anche l’accettazione dell’eredità. Questa è dovuta in base al principio che tutti gli atti d’acquisto debbano essere trascritti.

Perché la trascrizione degli atti è importante

La trascrizione nel registro immobiliare dev’essere fatta per tempo, affinché possa essere fatta valere erga omnes e riguarda la Conservatoria dei Registri Immobiliari della provincia. Nel caso nostro, Salerno e province di Napoli, Avellino, Caserta e Benevento.

Affinché un atto si possa trascrivere è necessario che esso venga redatto secondo le forme previste dalla legge: ovvero tramite atto pubblico o per mezzo di una scrittura privata autenticata (oppure accertata con sentenza da un giudizio).

La trascrizione è fondamentale, perché se l’atto di acquisto di un bene è soggetto a trascrizione, ma questa non viene disposta, le successive iscrizioni o trascrizioni non producono alcuna conseguenza tangibile. La trascrizione è un onere che va adempiuto entro e non oltre trenta giorni, pena una sanzione in denaro. La trascrizione riguarda anche beni mobili registrati come le automobili (c’è il PRA a tal scopo ovvero il pubblico registro automobilistico).

Per questo motivo è sempre meglio affidarsi a professionisti come Luana Iafanti, per effettuare la trascrizione degli atti ed evitare inutili problemi che possono sfociare in gravi controversie circa la proprietà o lo stato di un bene.